Guglie Estate
...
22 Luglio Lug 2016 0913 4 months ago

Alla scoperta della Cattedrale nel periodo estivo

L’energia di una storia lunga sei secoli raccontata grazie alle proposte di visita della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano. Scopri tutti gli itinerari

Torniamo indietro di qualche secolo, a quell’antico gran cantiere della Veneranda Fabbrica del Duomo che ha plasmato l’anima della città di Milano.

Se potessimo passeggiare nell’antica città medioevale ed osservare l’area dove ora s’innalza il Duomo, dovremmo immaginare uno spazio gremito di opere architettoniche. Sebbene con un’estensione minore, la Basilica di Santa Maria Maggiore occupava lo spazio dell’odierna Cattedrale, mentre alle spalle di essa sorgeva il Battistero di Santo Stefano. Di fronte all’edificio, s’innalzava un tempo il Battistero di San Giovanni alle Fonti, mentre proseguendo in direzione di via dei Mercanti incontreremmo la grande Basilica di Santa Tecla. 

L’assetto dell’area mutò progressivamente a partire dall’apertura del cantiere del Duomo, nel 1385. La nuova imponente costruzione cancellò via via gli edifici di culto preesistenti. Attualmente, i resti archeologici del complesso monumentale, dal grande valore artistico, storico e religioso, sono diventati una parte importante del percorso di visita al Duomo: tali testimonianze rappresentano l’intimo ed ininterrotto legame tra le radici più antiche della Milano cristiana ed il popolo meneghino, vivendo tra queste mura la propria fede, la propria cultura, le tradizioni e le sue emozioni.

Riscoprire l’energia di questo racconto è oggi possibile grazie alle proposte di visita della Veneranda Fabbrica per il periodo estivo.

Alla scoperta della Cattedrale il cui itinerario di visita è previsto per il 24 luglio e per il 14 e 28 agosto, è un viaggio all’interno e sotto il Duomo, tra passato e presente, per esplorare le varie fasi di vita del Monumento. Partendo dall’Area Archeologica, lo sguardo si rivolge alla Cattedrale. Il Duomo rappresentò un progetto unico e ambizioso per celebrare Milano nel mondo, motivo per cui la Fabbrica ingaggiò ingegneri, architetti, scultori, scalpellini, artisti provenienti da tutta Europa. Attraversando le delicate rosee superfici marmoree delle sue 3400 statue, 135 guglie, fino a incontrare 1700 metri quadrati di vetri istoriati, di cui 800 circa di vetri a decoro. Qui rinasce l’antica arte vetraria grazie alla società Bertini, Brenta e C. che, a partire dagli anni trenta dell’Ottocento sostituiscono al mosaico di tessere vitree colorate in pasta, una “pittura su vetro” tutta da scoprire per i suoi meravigliosi intarsi e riflessi.

Questo è il fascino senza tempo e sempre sorprendente celato fra le mura, le navate, ma anche sotto il pavimento della Cattedrale, meta ogni anno circa 6 milioni di fedeli e turisti che porteranno con sé come una musica un’esperienza intima e spirituale senza eguali.

Per maggiori informazioni:

Ufficio Servizi Educativi - Visite guidate
tel. 02 89015321
visite@duomomilano.it