Cave3
...
15 Maggio Mag 2017 1022 2 months ago

La Madonnina restituita al Parco delle Cave

La cappellina era stata distrutta da alcuni vandali: la Veneranda Fabbrica dona la copia. Istituzioni, associazioni e cittadini in campo per il restauro della cappellina, inaugurata il 14 maggio

Una grande festa per celebrare il “ritorno” della Madonnina al Parco delle Cave. Tante persone e molte famiglie si sono raccolte domenica 14 maggio alle ore 16.00 nei pressi dell’ingresso di via Broggini, nel giorno dedicato alle mamme, per salutare il ritorno di quella Madre che veglia con infinito amore sulla città dalla guglia più alta del Duomo.

La cappellina era stata danneggiata nel mese di febbraio da alcuni vandali e da lì la grande mobilitazione di associazioni di volontariato, soggetti pubblici e privati, quindi l’approvazione del Municipio 7 e la collaborazione con i sodalizi che operano all’interno del Parco delle Cave. Infaticabile promotore dell’iniziativa è stato l’onorevole Maurizio Lupi, cresciuto proprio nel Quartiere degli Olmi.

La cappellina è stata ricostruita grazie alla generosità ed alle cure dell’ingegner Franco Tripodi e la Veneranda Fabbrica del Duomo ha donato una riproduzione in scala della Madonnina che è stata così collocata all’interno della piccola edicola votiva.

«Nel compiere questo gesto, sorge spontaneo un richiamo a quell’antica antifona ambrosiana “Sotto la tua misericordia ci rifugiamo, o Madre di Dio, perché con la nostra preghiera Tu non permetta che cadiamo nella tentazione, ma liberaci dal pericolo, sola Pura, sola Benedetta”. La Fabbrica, nel momento in cui le venne attribuito l’onere di guidare i lavori per erigere e conservare nei secoli la nuova cattedrale, il 10 ottobre 1387, assunse come suo stemma una Madonna che tiene il proprio manto aperto e protegge la facciata di Santa Maria Maggiore: un manto sotto cui trova rifugio la Chiesa che non vive più momenti di feroce persecuzione, ma ha e avrà sempre bisogno di mettersi sotto la protezione di un manto di colei che è Madre di Dio e Madre della Chiesa. È per questa ragione che l’idea di protezione espressa da una Madonna posta sul punto più alto del Duomo ha accompagnato i progetti della Veneranda Fabbrica, molto prima del 1774. Anche per questo, nel giorno successivo al centenario delle apparizioni di Fatima, non potevamo rimanere insensibili al vostro invito» - sono state le parole di Mons. Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo e Presidente della Veneranda Fabbrica, che ha benedetto la statuetta prima di collocarla all’interno della cappellina.

«La Cattedrale è un grande segno di popolo, per la quale tutti hanno donato nei secoli, mettendo a disposizione tempo e risorse per il grande Cantiere della Fabbrica, sempre attivo. Anche oggi, tutti si sono mobilitati per restituire la Madonnina al Parco delle Cave, che è diventato una delle aree verdi più importanti della città. Ringrazio di cuore Monsignor Borgonovo e la Veneranda Fabbrica per aver donato la riproduzione della Madonnina» è stato il commento dell’onorevole Maurizio Lupi, che ha anche espresso la propria gratitudine a coloro che hanno messo a disposizione tempo e risorse per il restauro e la messa in sicurezza della cappellina.

Soddisfatto il Presidente del Municipio 7 Marco Bestetti: «Un atto dall’elevato valore simbolico. Vogliamo dimostrare che abbiamo e che avremo sempre cura del territorio. Agiremo sempre contro i vandali e ogni volta che sarà necessario ci daremo da fare per ripristinare ciò che viene danneggiato. Ringrazio istituzioni, associazioni, cittadini, imprenditori e privati. Un lavoro in sinergia che ha portato i suoi frutti».

All’inaugurazione è intervenuto anche l’architetto Cesare Salvetat, responsabile del Parco delle Cave.