20170524 162105
...
25 Maggio Mag 2017 1804 3 months ago

La Commissione Olimpionica Internazionale in visita al Duomo di Milano

La sfida di Milano in vista della 132esima Sessione del Comitato Olimpico 2019

A seguito della visita di Barack Obama, una nuova sorpresa per il Duomo di Milano che ieri pomeriggio, mercoledì 24 maggio, ha accolto la delegazione CIO in ispezione a Milano per verificare la candidatura della Città ad ospitare la centotrentaduesima Sessione Olimpica 2019.

La Commissione valuterà se assegnare al capoluogo lombardo le Olimpiadi 2024 e i Giochi Invernali del 2026, la proclamazione avverrà il 15 settembre a Lima in Perù. Nel frattempo la delegazione del Comitato Olimpico Internazionale, guidata dal presidente del Coni Giovanni Malagò con il segretario generale Roberto Fabbricini, il vicesegretario Carlo Mornati, la project leader del dossier Diana Bianchedi e l’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, hanno accompagnato i due ispettori Ser Miang Ng (Singapore) e Willy KaltSchmitt Lujan (Guatemala) ad ammirare l’incomparabile e stupefacente bellezza architettonica del Duomo di Milano, massimo esempio del gotico internazionale, terza Cattedrale più grande d’Europa, ma soprattutto simbolo identitario della capitale meneghina.

La delegazione è stata ricevuta dal presidente della Veneranda Fabbrica Mons. Gianantonio Borgonovo, che a seguito di un saluto e una breve introduzione ai Cantieri Infiniti della Fabbrica, attivi fin dal 1386, ha loro donato in omaggio il volume della “Protezione”, che racconta la storia della devozione di un popolo verso la “Madonnina”: materna figura di pace e di armonia che abbraccia il mondo per portare un messaggio di speranza, eco dell’Amore Divino.

Dopo un tour guidato fra le colonne maestose della Cattedrale, illuminata dai raggi filtrati di colore dalle vetrate, hanno concluso la loro visita sulle Terrazze, ammirando il panorama che delinea lo skyline cittadino fra i marmi rosa e le decorazioni uniche, a tratti curiose, del Duomo, fra le falconature spiccano campioni dello sport come Primo Carnera, fra i peducci: le racchette da tennis o la piccozza con gli scarponi, segno evidente di come lo sport abbia influenzato la cultura e la storia della società.

Un’esperienza emozionante e sbalorditiva” nella Cattedrale, esempio di evoluzione e costante rinnovamento nei secoli, che ben riflette la crescita e il potenziale di Milano per il futuro. 

Ringraziamo il CONI per la gentile concessione delle immagini. Photo credit: FOTO CONI Gabutti - GMT