5723D4EF 4F5B 4ADE A3CB F764F10EA28E
...
21 Luglio Lug 2017 1709 4 months ago

#AlfabetoDuomo F per Falconature e Fiocchi

Un viaggio insieme per conoscere le curiosità della Cattedrale

Chi non ha mai fotografato il suggestivo skyline della nuova Milano intervallato dal rapsodico alternarsi di sfumature rosee e bianche con venature scure del marmo di Candoglia?

L’eleganza e la fantasia delle decorazioni ben incorniciano grattacieli e tetti rossi, in un continuum architettonico e storico fra passato e presente. Elemento di coronamento del Duomo di Milano, le falconature testimoniano l’impostazione gotica che rende la Cattedrale coerente e unitaria con questa tecnica costruttiva. Le falconature sono costituite dal susseguirsi pedissequo di falconi e piramidine e culminanti in floreali fiocchi lapidei. La ripetitività degli elementi della composizione, pur nella diversità dei motivi costituisce il leitmotiv delle coperture sulle Terrazze.

Oggetto di numerosi rimaneggiamenti e sostituzioni sia durante la costruzione del Quattrocento e Cinquecento, sia durante i completamenti dell’Ottocento e Novecento, le falconature risentono della cultura figurativa delle diverse epoche. Esse richiamano il gotico fiammeggiante tedesco e inglese, ma solo nel Duomo di Milano raggiugono l’apice della loro espressione artistica.

I fiocchi, invece, costituiscono l’elemento più elaborato della falconatura. Dall’iniziale imitazione di elementi vegetali, foglie, fiori e gemme, dapprima semplificati e poi arricchiti sempre più di particolari che ne amplificassero i volumi, si passa a forme diverse: geometriche, antropomorfe, che compongono uno schema cruciforme, particolarmente evidente sulle creste.

Lungo guglie e gugliotti, il fiocco viene ad assumere alcune volte la funzione di base per le statue. I fiocchi di matrice ottocentesca presentano stilisticamente una maggior varietà plastica e fantasia ornamentale.