Edizioni it en

Scuola della Cattedrale: Le lettere di Dostoevskij, un’autobiografia del grande scrittore e filosofo russo

Proseguono gli appuntamenti culturali in modalità online causa restrizioni Coronavirus

Lettere Dostoevskij Img
Mar, 2 Marzo Mar 2021 1200

Lettere di Fëdor Dostoevskij
Il romanzo di una vita

Intervengono

Mons. Gianantonio Borgonovo
Arciprete del Duomo di Milano
Alice Farina
Responsabile Comunicazione e Marketing il Saggiatore
e curatrice del volume
Andrea Tarabbia
Scrittore e vincitore del Premio Campiello 2019

Modera
Armando Torno

«Fëdor Dostoevskij è un uomo pieno di passione.
Ogni sua giornata è vissuta in maniera febbrile,
non scende a compromessi con i suoi ideali,
battaglia per la sua visione di letteratura,
si smarrisce, seppur da guerriero, lungo i sentieri della tentazione.
Scrive di sé in una lettera all’amico Majkov:
“La cosa peggiore è che la mia natura è vile e troppo passionale:
ovunque e in tutto arrivo al limite estremo,
per tutta la vita ho oltrepassato il limite”.
Un uomo infuocato, che brucia di vita,
capace di amare fino alla follia
e di impegnare tutto ciò che ha per giocare alla roulette.
Un uomo che crede con tutto se stesso al potere della letteratura
ma forse, ancora di più, al potere dell’uomo.»

La Scuola della Cattedrale presieduta da Mons. Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo di Milano, continua il suo percorso culturale proponendo una riflessione sulla letteratura russa partendo dalla pubblicazione del volume Fëdor Dostoevskij, Lettere (il Saggiatore, 2020).

Interamente ritradotte per comporre l’epistolario più completo pubblicato in Italia, le Lettere ci portano la voce di uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi, autore di monumenti letterari che contengono un sapere universale travalicando confini e generazioni.

Nietzsche, vedendo un libro di Dostoevskij in una libreria a Nizza, disse: «La voce del sangue».

Narratore d'idee, esegeta di problemi fondamentali della nostra esistenza, nelle pagine del grande scrittore-filosofo russo c'è un universo da scoprire che Dostoevskij stesso affida alle mani dei suoi familiari, dei suoi amori, dei suoi sodali: l’arresto per aver frequentato un circolo di socialisti utopici, la condanna a morte, la grazia ottenuta pochi minuti prima di salire al patibolo; il confino in Siberia e la persecuzione della malattia; la continua e strenua battaglia per migliorare la propria condizione economica senza sacrificare nulla della propria arte. Ci sono anche giudizi errati, come per Lev Tolstoj del quale scrisse: «Non riuscirà a scrivere molto, può anche essere che mi sbagli».

Un’autobiografia, il romanzo di una vita, che offre una preziosa lente d’ingrandimento per avere un nuovo sguardo sul suo percorso intellettuale e sulle sue opere che hanno cambiato la letteratura.

L’evento, moderato da Armando Torno, vedrà un saluto di Mons. Gianantonio Borgonovo, e la partecipazione di Alice Farina, Responsabile Comunicazione e Marketing della casa editrice il Saggiatore e curatrice del volume, e di Andrea Tarabbia, scrittore e vincitore del Premio Campiello 2019.

ONLINE I VIDEO DELLA SCUOLA DELLA CATTEDRALE

Scuola della Cattedrale
Piazza Duomo, 14 - 20122 Milano
Tel. 02 361691
scuoladellacattedrale@duomomilano.it
www.duomomilano.it

Tutti gli eventi "Cultura ed arte"