Paolo VI Per Portale
...
9 Ottobre Ott 2018 1431 2 months ago

Papa Paolo VI, santo: la Canonizzazione a Roma e il Ringraziamento diocesano in Duomo

Amando la Chiesa e guidando la Chiesa perché fosse «nello stesso tempo madre amorevole di tutti gli uomini e dispensatrice di salvezza»

Giovanni Battista Montini, nato a Concesio (Brescia) il 26 Settembre 1897 in una famiglia di grande fede, fu ordinato sacerdote il 29 Maggio 1920 e fu inviato presso il Pontificio Seminario Lombardo in Roma, entrando presto al servizio della Santa Sede. Dopo una breve esperienza diplomatica in Polonia, divenne Assistente ecclesiastico dei giovani universitari cattolici della FUCI e a molti dei suoi studenti si deve il volto dell’Italia democratica dopo gli anni tragici della dittatura fascista e della Seconda Guerra Mondiale. Il suo impegno pastorale e formativo si accompagnò al servizio presso la Segreteria di Stato, ove divenne uno dei più stretti collaboratori di papa Pio XII, che gli affidò l’organizzazione degli aiuti profusi dalla Santa Sede durante il secondo conflitto mondiale ai prigionieri, alle popolazioni affamate, agli ebrei perseguitati dai nazifascisti.
Il 1 Novembre 1954 è nominato Arcivescovo di Milano, ove fece il suo Ingresso il 6 Gennaio 1955. Si ricorda il suo grande zelo pastorale che, nella ricerca di vie nuove di evangelizzazione, lo portò a indire anche la Missione di Milano del Novembre 1957.
Eletto Papa il 21 Giugno 1963, succedendo a Giovanni XXIII, prese il nome di Paolo VI e guidò la conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II. Si fece pellegrino in ogni continente, cominciando dal pellegrinaggio in Terra Santa, primo Papa dopo san Pietro a tornarvi. Fu autore di un ricco Magistero e, tra le molte sue encicliche emergono, giustamente famose, l’Ecclesiam suam, un intenso invito al dialogo con tutti, la Populorum Progressio, con la quale impegnò la Chiesa «esperta in umanità» al servizio privilegiato dei poveri e degli oppressi. Cantore della «civiltà dell’amore», che trova pienezza in Cristo, esortò tra gli altri a farsene testimoni, gli sposi con la Humanae vitæ.
In anni travagliati dalle guerre, dalle rivoluzioni, dal terrorismo in tutto il mondo, continuò a esortare alla pace istituendo la Giornata della Pace, divenuta ormai patrimonio dell’umanità, e indisse l’Anno Santo 1975.
Dopo breve malattia, si spense il 6 Agosto 1978. La fama della sua santità si diffuse rapidamente e si consolidò alla luce dei frutti del suo pontificato, tanto che papa Francesco ne decise personalmente la beatificazione il 19 Ottobre 2014.
 

Domenica 14 Ottobre, papa Francesco presiederà in Piazza San Pietro il Rito di Canonizzazione del beato Paolo VI, che fu Arcivescovo di Milano dal 1954 al 1963.
Giovanni Battista Montini è saldamente e profondamente presente nei cuori dei milanesi che lo ricordano prima come amato Arcivescovo e poi come venerato Pontefice. Negli anni del suo episcopato non trascurò di visitare le Parrocchie, il clero e i fedeli. La Chiesa ambrosiana vive questo momento con particolare partecipazione, non solo attraverso il pellegrinaggio diocesano, guidato dall’Arcivescovo monsignor Mario Delpini, ma anche con la preghiera in tutte le Parrocchie e le Comunità pastorali.
Domenica 14 Ottobre (giorno della Canonizzazione a Roma), come in ogni chiesa della Diocesi, alle ore 12.00, anche le campane del Duomo suoneranno a distesa per dare il solenne annuncio della Canonizzazione.
Per questa occasione, in Duomo viene esposto all’altare maggiore il ritratto
, realizzato nel 1963 dal pittore bresciano Silvio Consadori, appartenente alla Quadreria arcivescovile di Milano, che raffigura Montini in abiti cardinalizi con, nello sfondo, la tiara papale.
Inoltre, l’insigne Reliquia di papa Paolo VI, presente in Cattedrale fin dal 2014 (anno della Beatificazione) è collocata presso l’altare laterale di Sant’Ambrogio (navata settentrionale), normalmente accessibile ai fedeli.
La Chiesa ambrosiana ha riservato due ulteriori momenti al ricordo di Paolo VI, durante il Pontificale, presieduto dall’Arcivescovo monsignor Mario Delpini nella solennità della Dedicazione della Cattedrale (Domenica 21 Ottobre, ore 11.00), che diviene la celebrazione diocesana di ringraziamento per la Canonizzazione e con il Concerto della Cappella Musicale, promosso dalla Veneranda Fabbrica nel tradizionale Mese della Musica in Duomo (Sabato 20 Ottobre, ore 19.00), che segue immediatamente alla celebrazione eucaristica vigiliare.