Edizioni it en

#ParoledArchivio: L come Legato Pio

Veneranda Fabbrica… una storia di Legami …e Legati!

Legato Pio
7 Febbraio Feb 2019 1426 07 febbraio 2019

La storia della Veneranda Fabbrica del Duomo è una storia di grande generosità e partecipazione.

La città tutta, fin dall’inizio della grande impresa di costruzione della Cattedrale, partecipò con donazioni e prestazioni d’opera rendendo possibile l’avvio di un cantiere di proporzioni inattese.

L’Archivio custodisce, tra le altre, anche le testimonianze di questo intenso legame tra la città e il suo Duomo. Una serie dell’Archivio storico raccoglie una forma particolare di donazione, quella dei Legati pii.

Con il termine legato pio si identifica una disposizione testamentaria specificamente finalizzata ad adempiere, in perpetuo o per un tempo determinato dopo la morte del testatore, a una finalità religiosa o filantropica. Il tipico esempio è quello di un testamento che richieda la celebrazione di una messa in suffragio, o forme specifiche di assistenza caritatevole, oppure ancora l’edificazione di una chiesa.

Molti furono coloro che, lasciando i loro beni alla Fabbrica perché portasse a termine la costruzione del Duomo, chiesero contestualmente che in Duomo si celebrassero messe in proprio suffragio.

La serie Legati Pii è distinta in una parte più generale (A.S. cartella 56), che conserva documenti a carattere generale o di sintesi, relativi agli impegni della Fabbrica in ordine a queste disposizioni, e a una parte specifica (A.S. cartelle 56bis – 58), dove sono raccolti, divisi in ordine alfabetico, i documenti relativi a ciascun donatore.