La Cappella Musicale News

Cappella Musicale del Duomo di Milano, un anno nel segno di Giovanni Pierluigi da Palestrina

In occasione dei 500 anni della nascita di Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525-1594) la Cappella Musicale del Duomo di Milano proporrà, da novembre 2024, una serie di concerti celebrativi del princeps musicæ.

 

Gli Offertori (Offertoria totius anni [Romæ, apud Francisum Coattinum 1593]) verranno proposti in tre concerti che presenteranno i tempi liturgici dell’Avvento, della Quaresima e della Pasqua.

 

Il primo libro dei Mottetti a quattro voci (Motecta festorum totius anni cum communi sanctorum [Venetijs, apud Antonjium Gardanum 1564; Venetijs, apud filios Antonji Gardani 1571]) verrà proposto in una selezione che coglierà l’Anno Liturgico dalla solennità di Natale a quella di Pentecoste.

 

Mottetti scelti verranno presentati dal secondo libro dei Mottetti a quattro voci (Liber II Motectorum Quatuor Vocum [Mediolani, apud Franciscum & hæredes Simonis Tini 1587]).

 

Dei 29 mottetti che costituiscono il Cantico dei Cantici (Motettorum quinque vocibus. Liber quartus [Romae, apud Alexandrum Gardanum 1583-1584]), verrà offerta una selezione per ogni modo polifonico (protus [1-10], tetrardus [11-18], deuterus [19-24], tritus [25-29]).

 

Un concerto verrà dedicato specificatamente alla Settimana Santa dove sono degni di nota l’Inno Vexilla Regis (Archivio Lateranense, Codice 59, ff. 75v-77), il Miserere (Cappella Sistina 205 [ff. 12v-14] e 206 [ff. 16v-19]) e il Popule meus (Archivio Lateranense, Codice 59, ff. 89v–90).

 

La Missa Papae Marcelli (Missarum Liber Secundus [Romae, apud Heredes Valerii et Aloysii doricorum fratrum Brixiensium 1567]), la Missa Brevis (Missarum Liber Tertium [Romæ, apud Haeredes Vaqlerij et Louisii Doricum Fratum 1570]), la Missa Æterna Christii munera, e la Missa Iste Confessor (Missarum Liber Quintus [Romæ, apud Franciscum Coattinum 1590]) verranno eseguite integralmente, una Messa ogni concerto con inserzioni di Canto Gregoriano (Introito e Offertorio) o con l’Inno dal quale sono evinti i temi della stessa Messa (Æterna Christii munera e Iste Confessor).

 

Inoltre, tutti i solenni Vespri in Duomo da settembre 2024 a dicembre 2025 – i Vespri che prevedono la presenza della Cappella Musicale al completo – avranno il Magnificat – alternato tra Schola e assemblea – tratto dai Magnificat octo tonum (Romæ, apud Alexandrum Gardanum 1591).

 

Tutte le esecuzioni si avvalleranno di nuove edizioni critiche (sulla base dalla fonte più antica disponibile) e prevederanno la realizzazione dei Colores minores, delle note mutate e della prassi delle diminuzioni.