Edizioni it en

Zucchetti a sostegno dei restauri del Grande Organo del Duomo

Il progetto “15.800 note per il Duomo” trova un nuovo importante sostenitore nel 2021

20210505 182018
11 Ottobre Ott 2021 1220 11 ottobre 2021

Tra le grandi navate del Duomo di Milano, dove preghiera silenziosa e stupore per la bellezza si incontrano, si scorge in prossimità dell’Altare Maggiore la sagoma del Grande Organo, il cui suono accompagna lo scorrere dei secoli sin dall’inizio della costruzione della Cattedrale.

La complessità e varietà di materiali di cui si compone - legno, pelle e metallo - insieme ai fattori di degrado a cui lo strumento è quotidianamente sottoposto all’interno della Cattedrale, come l’umidità, le polveri e le naturali usure date dal tempo, hanno portato la Veneranda Fabbrica del Duomo ad intraprendere un programma di restauro massiccio, iniziato nel corso del 2019 e che impiegherà le maestranze del Duomo, restauratori e tecnici specializzati ancora per un paio di anni, stando all’attuale programmazione dei lavori.

Un restauro possibile soltanto grazie alla costante opera della Veneranda Fabbrica che anche oggi continua nel suo impegno insieme al prezioso contributo dei donatori piccoli e grandi tra cui Zucchetti, azienda che proprio da quest’anno si inserisce come sostenitrice del progetto 15.800 note per il Duomo.

Con sedi sia in Italia che all’estero, Zucchetti è una software house specializzata in soluzioni software, hardware e servizi digitali per aziende e professionisti e che ha trovato in questo progetto specifico l’opportunità per dare un importante sostegno all’avanzamento dei lavori di restauro su questo gigante musicale e tecnologico. Un contributo fondamentale soprattutto in un periodo particolare per i cantieri del Duomo, i cui lavori sono stati rallentati a causa della pandemia e delle conseguenze che essa ha comportato.

LO STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI

Con il riavvio graduale dei cantieri a maggio, dopo una revisione generale dell’organo, la società Colzani Organi S.n.c. si è occupata dello smontaggio delle canne del corpo settentrionale, molte delle quali sono state trasportate in laboratorio per le operazioni di riparazione. Contestualmente è stato effettuato anche il restauro di tutti i mantici, impiegando oltre 500 piedi quadrati di pelle. La vera novità, però, riguarda soprattutto l’installazione del nuovo sistema computerizzato di gestione dello strumento, assolutamente all’avanguardia, che servirà a collegare all'organo la nuova consolle (attualmente in produzione) e permetterà di superare i problemi di funzionamento legati alla vetustà delle componenti elettromeccaniche. Entro la fine dell’anno, infatti, la nuova consolle a cinque tastiere arriverà in Duomo e finalmente il Grande Organo si avvierà verso la sua nuova vita “digitale”. La consolle è stata progettata con la collaborazione dei Maestri Organisti del Duomo e artigiani coinvolti direttamente dalla Germania. Il sostegno di Zucchetti si inserisce proprio in questo nuovo piano di lavori, grazie ai quali si abbandoneranno i collegamenti analogici per passare ai comandi in fibra di segnale.

Info:

Ufficio Donazioni
Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano
Via Carlo Maria Martini, 1 – 20122 Milano
Numero verde: 800.528.477
Fax. 02.72022419
donazioni@duomomilano.it